Pino Settanni

PINO SETTANNI, definito un pittore con la macchina fotografica, nasce a Grottaglie (Taranto) il 21 marzo 1949.  A Taranto in quel periodo frequenta gli artisti della città ed inizia a coltivare e sviluppare il suo amore e il suo talento per la fotografia. In quegli anni inizia ad effettuare una serie straordinaria di fotografie nelle regioni del Sud Italia.

Nel 1973 si trasferisce a Roma per seguire definitivamente la sua vocazione artistica. Nel 1975 conosce la gallerista Monique Gregory che lo introduce nel mondo degli artisti di area romana.

Nel 1977 incontra il pittore Renato Guttuso, con il quale ha una profonda amicizia ed un lungo sodalizio artistico. In quel periodo realizza un interessante reportage per conto dell’Espresso sulla linea transiberiana in Siberia.

 

 

Dopo un breve soggiorno a Parigi, nel 1987 si stabilisce definitivamente nel suo studio di via di Ripetta a Roma dove realizza una straordinaria serie di ritratti di personaggi famosi e lavori di creazione artistica tra cui i “Segni dello Zodiaco“, i “Vizi Capitali“, i “Tarocchi“, l’”Alfabeto dei Francesi” commissionato dalla Maison Européenne de la Photographie (MEP) di Parigi.

Sempre sospeso tra la fotografia e la pittura realizza, nel corso degli anni Novanta, straordinarie manipolazioni pittoriche su stampe fotografiche. A cavallo fra il 2000 e il 2005 realizza inoltre interessanti reportage per conto dell’esercito italiano sulle guerre che vedono le truppe italiane impegnate nei Balcani e in Afghanistan.

Negli ultimi anni, affascinato dalle tecnologie digitali, elabora in modo assolutamente originale e creativo, le sue immagini fotografiche manipolando le forme in un’autentica esaltazione della luce dei colori.

Pino Settanni si spegne a Roma il 31 Agosto 2010.

pino settanni